Ecco le tesi congressuali della UIL, un punto fermo da cui partire per costruire il futuro

La fase congressuale, come di certo saprete, culminerà con il congresso nazionale confederale della UIL. E proprio dalla confederazione nazionale ormai da qualche giorno sono arrivate le tesi congressuali (che potrete scaricare in versione integrale nel link in fondo alla pagina) e cioè i punti programmatici di maggior rilievo intorno a cui si sviscererà la discussione a partire dai luoghi di lavoro fino ad arrivare proprio al congresso confederale. Queste tesi rappresentano la dimensione istituzionale che prende senso proprio in ragione dell’azione concreta che viene realizzata a difesa dei diritti di tutti, lavoratori e cittadini in generale.

 

Da qui, dunque, dovrà nascere la discussione tra di noi, una discussione basata sul confronto con lo scopo di confermare la centralità della funzione del Sindacato nelle dinamiche che caratterizzano il mondo del lavoro italiano. La UIL tutta, dunque, guarda al futuro attraverso le tesi congressuali, dando anche seguito ai punti che caratterizzano il proprio rinnovamento interno, un procedimento partito già dalla Conferenza di Bellaria del 2012, quando voltammo pagina parlando di un'organizzazione più forte, del progetto di un Sindacato a rete in grado di snellire e modernizzare la sua struttura complessiva. Nel tempo abbiamo portato avanti tutto questo attraverso un percorso per nulla che scontato che però ci ha permesso di arrivare ad essere l'unico Sindacato in crescita in un contesto di forte crisi per il mondo sindacale. Venivamo da anni in cui il dialogo sociale era ridotto ai minimi termini e grazie al nostro ruolo determinante lo scenario è cambiato e l'interlocuzione con le istituzioni è ripartita con le relazioni sindacali di nuovo valorizzate. Da qui, ovviamente, si è andati verso la risoluzione di varie vertenze e ad un quadro che, comunque, è ancora del tutto incompleto per quanto ci riguarda.

 

Al centro del nostro dibattito ci sono ancora le vicende previdenziali, la contrattazione a vari livelli e la battaglia per un fisco più leggero oltre alle diverse lotte per un paese più giusto in cui siamo impegnati. E' chiaro, dunque, che tutto questo rientra nella programmazione del nostro futuro e partire dalla discussione interna, e quindi dalle tesi congressuali, significa partire con il piede giusto verso un futuro di conquiste.

 

SCARICA LE TESI CONGRESSUALI DELLA UIL

 

18 gennaio 2018