Il futuro è pubblico! Parte la mobilitazione e subito arrivano i primi risultati

Rinnovi subito, perché il futuro è pubblico. Ecco con quale slogan parte la mobilitazione relativa al rinnovo dei contratti, in un inizio 2019 caratterizzato dalla battaglia per un servizio pubblico sempre migliore, figlio di investimenti e maggiore considerazione da parte della politica a livello nazionale e di conseguenza locale. La giornata di ieri rappresenta al meglio ciò che stiamo portando avanti in maniera congiunta insieme a UIL PA, FP CGIL e CISL FP. Una giornata densa di appuntamenti che dovrà essere un trampolino di lancio per tutte le nostre battaglie relative al settore pubblico. Tutto è iniziato con l’attivo unitario andato in scena a Roma, presso il Tempio di Adriano in Piazza di Pietra, momento di confronto costruttivo che ha visto le categorie dei servizi pubblici di UIL, CGIL e CISL riunirsi dando per l’appunto il via alla mobilitazione per il rinnovo dei contratti pubblici, relativi al triennio 2019-2021, insieme a quelli privati, come la Sanità Privata in attesa da oltre 12 anni, per il varo di un piano straordinario di nuove assunzioni nelle pubbliche amministrazioni e per maggiori risorse per il sistema di welfare. Temi caldi, dunque, che saranno al centro della nostra mobilitazione e che sono stati rivendicati anche nel pomeriggio nei pressi dell’Aran, in via del Corso a Roma, dove le stesse categorie, con la UIL FPL in testa, hanno dato vita ad un sit-in che aveva come principale obiettivo quello di fare in modo che vengano convocate le commissioni paritetiche per la riforma del sistema di classificazione del personale, come previsto dai passati contratti. Un passaggio cruciale, propedeutico per dare il via alle trattative per i prossimi rinnovi e, soprattutto, per riconoscere il giusto valore alle lavoratrici e ai lavoratori pubblici. Nel corso del presidio, come annunciato in tempo reale sui profili social della UIL FPL Roma e Lazio, una delegazione sindacale di UIL FPL, UIL PA, FP CGIL e CISL FP, Daniele Ilari, Nicola Turco, Serena Sorrentino e Maurizio Petriccioli, ha incontrato il presidente dell’Aran, Sergio Gasparrini. Nel corso dell’incontro, spiega una nota congiunta: “si è deciso il calendario delle convocazioni. La commissione paritetica per la riforma dell’ordinamento e del sistema di classificazione del personale delle funzioni centrali si riunirà il 14 marzo, quella delle funzioni locali il 20 marzo e quella della Sanità pubblica il 27 marzo. Una prima importante risposta alle rivendicazioni che oggi abbiamo posto all’Aran.” La mobilitazione, dunque, porta i primi risultati. Ora andiamo avanti con decisione per garantire un futuro sempre migliore al pubblico impiego!

 

 

 

 

 

 

il Volantino III XIX luglio

il Volantino speciale8giugno

il Volantino III XVII maggio

il Volantino III XVI maggio