Vertenza CUP, firmato accordo sul cambio appalto presso l'A.O. Sant'Andrea

Continua la nostra lotta per la salvaguardia dei lavoratori che operano nei CUP e nei Servizi Amministrativi delle Aziende Sanitarie di tutto il territorio regionale. E' stato firmato ieri, infatti, un accordo tra i Sindacati, con la UIL FPL in prima linea, e la GPI Spa, società mandataria del RTI per il cambio appalto del servizio CUP della Regione Lazio presso l'Azienda Ospedaliera Sant'Andrea.

Si tratta di un grande risultato per diverse ragioni, a cominciare dal fatto che fino a poche ore prima dell'ultimo e risolutivo confronto non vi erano certezze sul futuro dei lavoratori amministrativi e sul riconoscimento degli scatti di anzianità in busta paga, nonostante l'Azienda aggiudicataria dell'appalto avesse garantito di voler riassorbire tutto il personale già dall'inizio dello scorso mese di giugno. Con l’accordo di ieri, invece, le certezze finalmente arrivano e anche gli amministrativi vengono inclusi, prevedendo la loro ricollocazione all’interno dell’appalto. Confermato nel cambio appalto anche il personale a tempo determinato. Nell'accordo viene confermato, poi, il monte orario di tutti i lavoratori e garantito il riconoscimento dell’anzianità.

“Questo primo accordo per i lavoratori dell’Azienda Ospedaliera S.Andrea - hanno spiegato in una nota congiunta le Segreterie Regionali di FP CGIL, CISL FP e UIL FPL di Roma e Lazio - è frutto di un duro confronto nel quale CGIL, CISL e UIL hanno svolto un ruolo determinante per la tutela di tutte le lavoratrici e i lavoratori impegnati nella commessa. Oggi il confronto costruttivo ha portato a un buon risultato: ci auspichiamo che l’accordo di oggi possa fare da apripista per i prossimi accordi legati ai cambio appalto nelle altre Aziende Sanitarie presenti nella Regione Lazio”.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA UNITARIO

SCARICA IL TESTO DELL'ACCORDO 

27 luglio 2018